DONNE INCREDIBILI

DONNE INCREDIBILI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

donne incredibili
DONNE INCREDIBILI

E se ti dicessi che si può vivere senza l’approvazione degli altri?

Marie Curie l’aveva capito. Anche Virginia Woolf, Frida Kahlo. Coco Chanel. L’elenco è lungo.
Tutte queste donne incredibili hanno una caratteristica in comune: sono state in grado di seguire il proprio istinto senza scendere a compromessi. Senza dipendere dall’approvazione di qualcuno.
Si sono distinte per coraggio e, perché no, per cocciutaggine.
Perché alla fine, avevano ragione loro. E sono entrate nella storia per questo.

“SONO GLI UOMINI CHE HANNO FATTO LA STORIA.”

Questo dice Ettore, 23 anni, nel video che abbiamo realizzato in occasione dell’8 marzo. Parole pesanti come macigni. Su 10 persone tra uomini e donne intervistati, in pochi hanno saputo ricordare i nomi di grandi donne, le loro scoperte o le loro opere. Sono stati invece ricordati con facilità i nomi di grandi uomini del passato.

Com’è possibile? – ci siamo chiesti in redazione – perché ci ricordiamo dei grandi uomini, ma non delle grandi donne?
Le risposte a queste domande sono state ancora più spiazzanti:

-“Ci ricordiamo degli uomini perché di loro più si parla.” – Laura 73 anni
-“Sui libri di scuola… I professori mi parlavano di imprese di uomini.” – Riccardo 30 anni
-“Quando penso a una persona famosa mi viene in mente un uomo. Non so il perché.” – Alberta 52 anni.

Qualcosa dev’essere andato storto. Anni e anni di lotte e rincorse ai diritti cancellati in una manciata di minuti. Chissà cosa direbbero Marie Curie, Margherita Hack, Ada Lovelace, Amelia Earhart, ascoltando queste sentenze, viene da chiedersi.

Io credo che non direbbero proprio niente.

Perché le donne incredibili non hanno bisogno dell’approvazione di nessuno.
Perché il loro lavoro e la loro opera va al di là dello spazio e del tempo. Perché hanno vissuto intensamente, dedicando la loro vita alle loro passioni.  Perché non sono loro ad essere entrate nella storia. Loro sono la  Storia. Perché al di là di qualunque chiacchiera, congettura, tentativo di repressione o occultamento, ci sarà sempre qualcuno pronto a celebrare il loro coraggio e  la loro cocciutaggine.
Perché, alla fine, avevano ragione loro.

Le donne che hanno cambiato il mondo non hanno mai avuto bisogno di mostrare nulla, se non la loro intelligenza.”
Rita Levi-Montalcini


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment