CELLULITE: GUIDA CINICA

CELLULITE: GUIDA CINICA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La cellulite è una malattia, sì oppure no? Esiste davvero, e se sì perché?

Stanca di disquisire sull’argomento sui social network, Cristina Fogazzi alias L’estetista cinica, estetista a Milano, e titolare della pagina facebook che ha il suo nome, L’Estetista Cinica  appunto, è approdata in libreria con un volume che toglie finalmente ogni dubbio sulla cellulite e sfata tante leggende metropolitane che spopolano nel web e sulla carta stampata.

Come si affronta la cellulite? Dalla sua scoppiettante ironia e dalla ampia competenza acquisita sul campo, oltre che dalla consulenza scientifica del dott. Enrico Motta, chirurgo plastico, è nata una guida, la “Guida cinica alla cellulite” appunto, 200 pagine di consigli, schemi, test e tante vignette divertenti e colorate che leggerete d’un fiato e che vi chiariranno numerosi dubbi in materia di buccia d’arancia.

Tranquilli, nessuno spoiler, per i consigli su come affrontare l’annosa questione cellulite vi invito a leggere il libro – non intendo riportarvi qui un elenco delle soluzioni al problema che risulterebbe per necessità frettoloso e poco esaustivo (la corsa comunque non aiuta e neppure nutrirsi di sola bresaola, sappiatelo). Intendo segnalarvi invece un capitolo in particolare del libro, il numero sei, quello che vi servirà per diventare super esperte nella diagnosi della vostra ed altrui zona cosce/glutei.

Siete in spiaggia? La vostra vicina di ombrellone sfoggia un mini bikini super sexy? Com’è messa, meglio o peggio di voi? Premesso che stando all’Estetista Cinica gli uomini di cellulite non ne capiscono nulla nel senso che distinguono semplicemente tra un fondo schiena tonico e uno poco tonico (vi risulta, siete d’accordo?) e ritengono che lo sport sia la panacea di tutti i mali, l’Estetista Cinica spiega che esistono invece vari stadi di cellulite, uno per ogni livello di degrado del tessuto sottostante la pelle e che sulla stessa gamba possono convivere ahimè più stadi di cellulite: un iniziale edema, una buccia d’arancia e i temutissimi buchi, tutti insieme. Se doveste decidere di procedere con la fase investigativa, come suggerito dal libro,  non dimenticate che l’analisi va fatta sotto una luce normale e dopo essere state in piedi per qualche minuto. Se siete in spiaggia quindi e il vostro obiettivo è valutare in quale fase si trovi la vostra vicina di ombrellone, ricordatevi di guardarla quando è in piedi perché a non avere la cellulite, da sdraiati, sul lettino, sono capaci tutti.

Dimenticavo, se anche voi come me avete la mania di sottolineare, per questo libro procuratevi un pastello colorato, possibilmente rosa: abbinato al  colore dei disegni e delle pagine di approfondimento di questa guida sarà molto chic.

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment