LI CHIAMAVANO UOMINI

LI CHIAMAVANO UOMINI

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sarò pure antiquata, ma a me l’idea del maschio “boscaiolo” con la camicia a quadri entusiasma di più del “maschio” perfettamente depilato e con la barba glitterata. Cari maschietti, state perdendo di vista il vostro ruolo. Va bene la parità dei sessi, per cui noi donne abbiamo tanto lottato, ma che abbiate le sopracciglia – rigorosamente ad ali di gabbiano – più sottili delle mie proprio non mi sta bene.

Sono cresciuta col mito del bagnino muscoloso e virile, adesso al mare vedo solo femminucce con le gambe lisce come seta, da fare invidia alle attrici delle pubblicità di cerette e creme depilatorie. Vogliamo parlare del piegaciglia? Io non lo uso il piegaciglia, poi accendo la TV e vedo aspiranti vip che lo portano nei camerini degli show a cui prendono parte, rigorosamente accompagnato dalla piastra. Già, la piastra. Mi spiegate a cosa serve, visto che avete solo pochi centimetri di lunghezza? State bene con i capelli scompigliati, non dovete sembrare per forza dei modelli di Dolce e Gabbana.

E sì, perché ci si mettono pure gli stilisti quando lanciano la moda dello smalto anche per gli uomini (rigorosamente esibito alle sfilate), il reggiseno per uomini, le scarpe col tacco per uomini e, ultima per cronologia, la barba colorata con i glitter. No tesorini, queste non sono cose da uomini e non vi rendono più fighi.

La cura della propria figura è lecita e ben gradita, ma non deve farvi sembrare delle donnine di poco gusto. Siete belli anche con le sopracciglia non proprio geometricamente squadrate, anche con le ciglia non trattate e anche senza smalto. La barba vi dona di più senza strani sbrilluccichii e la tartaruga si vede bene anche se non fate la ceretta.
Cari maschi, siate uomini. È la vostra parte migliore.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment