MONDI DI CARTA

MONDI DI CARTA

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ah il web, questa meraviglia. Cerchi per ore un argomento specifico e non trovi nulla che faccia al caso tuo, per poi imbatterti per caso in cose che non ti aspetteresti mai di trovare. Ecco, è così che ho scoperto Adriana e i suoi mondi di carta.

E, udite udite, il meraviglioso web ti permette di contattare immediatamente persone che non conosci, lontane, e Adriana, dalla sua lontanissima  Berlino (fuga di cervelli?) è stata così gentile e disponibile a ricontattarmi immediatamente prestandosi con molta spiritosaggine a rispondere alle mie domande da curiosone quale sono.
Ecco a voi Adriana Napolitano e i suoi Mondi di Carta.

  1. Ciao Adriana, una domanda semplice: chi sei?

E questa sarebbe una domanda semplice? Non so da dove  cominciare! Sono una set designer 31enne con un’infantile passione per il lavoro manuale. Di recente ho scoperto le gioie che questa cosa riesce a darmi unita alla fotografia. Non saprei, sono un’entusiasta.

  1. Con una sola parola: che artista sei?

Ma io non sono un’artista! O almeno non credo, non lo so, tu che dici? Non ho mai avuto la pretesa di esserlo. Artista è una parola grossa dopotutto, mi mette un po’ in soggezione. Forse possiamo dire una persona creativa? So solo che ho delle immagini in testa che in qualche modo devo far uscire da lì, o che provo un’enorme gratificazione nel mettere la mia manualità anche a servizio dell’immaginazione altrui (registi, altri fotografi, chiunque). Insomma, c’è tutto un immaginario lì fuori che aspetta solo di prendere vita.

  1. Raccontami la tua arte; da dove nasce, come nasce etc…

Generalmente prendo ispirazione da quello che mi circonda. Le mie nevrosi, le mie giornate, le persone che mi sono vicine. Tendo a condire sempre tutto con un po’ di humour, che credo sia il mio (forse unico) lato migliore. Per quanto riguarda la carta, ho iniziato a usarla come materiale principale perché avevo bisogno di concentrarmi su qualcosa. Sono una persona dai facili entusiasmi, mi distraggo facilmente e vengo attratta da tutto, come i bambini. Ho deciso di provare a focalizzarmi sulla carta per riuscire ad arginare questa indole un po’ “dispersiva”.

  1. Domanda da curiosone quale sono: hai fotografato molti personaggi… Ma Chef Rubio… come è nata la collaborazione con lui?

Nessun retroscena particolarmente intrigante. Ero ancora un po’ agli inizi e volevo provare a spingermi un po’ più in là. Il suo personaggio mi è sempre piaciuto e quindi ho pensato di proporgli di posare per me. A lui sono piaciute le mie foto e ha gentilmente accettato e abbiamo deciso di fare anche altri scatti realizzando due scenari differenti. Di sicuro è stato più rocambolesco il mio viaggio da Matera a Roma con la macchina piena di verdure, polipi, pentole e barbecue di carta.

  1. Cosa vuoi fare “da grande”?

AHAHAHA non lo soooo!!! In realtà spero di avere la possibilità di continuare a fare quello che sto facendo, possibilmente migliorando ad ogni scatto e facendo cose sempre più GIGANTI!

Ed ora godetevi le sue foto-creazioni e passate a trovarla sulla sua pagina Adriana Napolitano.

Adriana Napolitano Adriana Napolitano Adriana Napolitano Adriana Napolitano Adriana Napolitano Adriana Napolitano Adriana Napolitano Adriana Napolitano Adriana Napolitano Adriana Napolitano

 

 

 

 

 

 

 

 

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

1 Comment on this Post

  1. Ciao!:) Bel blog 🙂 e bella intervista! 🙂 Mi piacciono le cose stravaganti, originali e creative e Adriana scatta foto che hanno tutte queste qualità! Bella scoperta devo dire… 😉

    Rispondi

Leave a Comment